MENU

Trevisan & Cuonzo

Legal Update

Startup e diritti di privativa industriale su programma software

of Sasha Picciolo

Uno degli errori di valutazione commessi più di frequente dagli imprenditori che si approcciano per la prima volta alla materia della normativa nazionale di favore a sostegno delle startup innovative è quello ritenere che tali misure agevolative – rivolgendosi di fatto esclusivamente alle imprese che operano nel campo dell’innovazione tecnologica – siano destinate esclusivamente alle società titolari di un brevetto.

Should I stay or should I go: the Court of Milan rules on the possibility of deciding on an invalidity/infringement action pending opposition before the EPO

The Italian IP Code (Legislative Decree no. 30 of 10 February 2005) provides that, where an action for invalidity or infringement is filed before a court with reference to a not yet granted/registered IP title (patent, trademark, designs etc.), judgment shall not be issued until the Italian Patent and Trademark Office (UIBM) decides on such grant/registration.

Start-up e PMI innovative: il requisito oggettivo relativo a diritti su privativa industriale

of Sasha Picciolo

I decreti legge n. 179 del 2012 (c.d. “Decreto Crescita”) e n. 3 del 2015 (c.d. “Investment Compact”) annoverano entrambi, tra i requisiti alternativi che devono essere soddisfatti dalle imprese che intendono ottenere la qualifica, rispettivamente, di Start-up innovative o PMI Innovative, la titolarità (anche quali depositarie o licenziatarie) di almeno una privativa industriale1 ovvero la titolarità dei diritti relativi ad un programma per elaboratore originario2.